• IMG_2602-1.jpg
  • L7A8172-1.jpg

Stefania Mauriello Pole Dance amore a prima vista

in Intervista by
Spread the love

Una vita per lo sport e per la Pole Dance in particolare, un amore e una grande passione che in pochi anni l’ha legata indissolubilmente a questa disciplina. Diversi sono i premi vinti in gara ma soprattutto Stefania Mauriello è una pioniera, una portatrice sana di nuove tendenze per quanto riguarda la POLE EXOTIC in generale, riuscendo in maniera versatile a “cucirsi addosso” qualsiasi stile, e in particolare con le Circle Girls ha promosso il primo pole group in Italia. Nascono così figure e trick portati sul palco in 4 su una sola pertica. Con uno sguardo sempre avanti è riuscita a comprendere quello che oggi è diventata una delle più importanti realtà sportive … un’intervista esclusiva che parla di se e del suo viaggio attraverso questa grande passione, un’avventura, un sogno da cui spera non svegliarsi mai

 

Stefani ci parlaci dell’inizio della tua carriera Ho la danza nel sangue, sono nata ballerina. Ero davvero piccola quando al jingle di uno spot in tv iniziavo a creare delle vere e proprie coreografie. Lo sanno anche le mie barbie che erano tutte rigorosamente ballerine e mie allieve! 🙂
Sin da bambina ho seguito per anni con estrema passione sia corsi di danza classica che moderna/jazz.
Nel 2014, stufa dei classici corsi in palestra, ero alla ricerca di uno sport che potesse unire la mia grande passione per il ballo con la voglia di imparare un’attività acrobatica nuova.
La mia ricerca mi ha fatto scoprire la pole dance, è stato amore a prima vista!
Nel maggio del 2015 vinco il primo Campionato Italiano (IPSF) nella categoria amatori. Inizio subito dopo ad insegnare pole sport presso la scuola Pole Attitude della campionessa italiana Stefania Cremaschi. Nel 2016 con la mia migliore amica e partner sportiva Monica partecipo al Campionato Italiano (IPSAF) nella categoria Double Amatori ottenendo il titolo di Campionesse Italiane. Nel 2017 abbiamo partecipato, sempre come coppia, alla nostra prima gara internazionale, Pole Art Spagna, a Palma di Maiora saledo sul podio con un secondo posto nella categoria Semi Professional. Nello stesso anno partecipiamo per la prima volta nella categoria Double Elitè del Campionato Italiano a Roma (IPSF) diventando Vicecampionesse Italiane con la medaglia d’argento.
Per la forte somiglianza con la mia compagna di double che ci regala oltre al fisico anche lo chignon obbligatorio in gara, otteniamo il nome di Gemelle Kessler, che trasformeremo poi in Kessler Twins.
Mai stanca di provare nuove discipline, dal 2016 mi avvicino alla pole exotic, quindi inizio ad insegnare pole dance con l’uso delle pleaser, scarpe con i tacchi alti e plateau create appositamente per questa attività. La musica e la danza sono elementi caratterizzanti di questa disciplina sensualissima e spettacolare da vedere.
A novembre del 2016 sono il capitano di un gruppo di polers tutto italiano che si chiama CIRCLE GIRLS lavorando ad un progetto di pole group dove il sincro in 4 la fa da padrona. All’Exotic Pole Dance Contest 2016 guadagniamo un primo posto e il riconoscimento di Perfomance Overall, ottenendo il miglior punteggio su tutti i partecipanti in gara. A novembre 2017 torniamo sul palco dell’exotic Pole Dance Contest con uno show che ottiene un secondo posto e tante urla dalla platea che ci hanno sostenute.
Con le CIRCLE GIRLS abbiamo portato in Italia l’esercizio a 4 sulle pertiche con i tacchi e senza, sperimentando nuove figure acrobatiche che ci hanno visto tutte e 4 su un solo palo. Il Double Circle è una nostra creazione.
Nel 2017, per non farmi mancare nulla ho iniziato a lavorare sul TWERK, in particolare cercando di influenzare e mixare le discipline del twerking con la pole exotic.
Tutta la mia carriera è fatta di passione, perchè la pole dance non è la mia professione primaria. Mi alleno e insegno dopo il lavoro da pubblicitaria che svolgo da anni. Questo significa che purtroppo mi preparo per le gare a orari improbabili, mi sono allenata anche alle 2 di notte, corro tra un treno e l’altro per arrivare in orario a lezione, aiuto le mie allieve a preparare le gare, tengo workshop e stage in altre scuole, faccio le mie regolari lezioni per continuare a migliorarmi…tutto questo solo per amore infinito per questo sport!

Ci faresti un elenco dei premi vinti? : – 15 Maggio 2017 2° classificate, medaglia d’argento, Campionato Italiano Pole Sport IPSF, categoria Double Professional
– Novembre 2017, 2° classificate, medaglia d’argento, Exotic Pole Dance Contest, Modena, categoria Group Semi Professional
– 19 Novembre 2016, 1° classificate, medaglia d’oro e Routine Best Performer, Exotic Pole Dance Contest, Modena, categoria Group Semi Professional
– 18 Settembre 2016, 2° classificate, medaglia d’argento, Pole Art Spain, Palma di Maiorca (gara internazionale) categoria Double Semi Professional
– 15 Maggio 2016, 1° Classificate, Medaglia d’oro, Campionato Italiano Pole Sport IPSAF, categoria Double Amateurs
19 Maggio 2015, 1° classificata, medaglia d’oro, Campionato Italiano Pole Sport IPSF, Campionessa Italiana categoria Singoli Amateurs

CERTIFICATI
– Diploma istruttore Professionista Polexgym SNAQ, riconosciuto dal CONI. Attestato, abilitante ad operare in tutti i centri sportivi in Italia, nell’ambito del II livello di formazione del Sistema Nazionale delle Qualifiche Tecniche , riconosciuto dal CONI
– 2017 Tesserino Tecnico CONI e inserimento nell’albo Istruttori Ginnastica e Pole Dance Metodo Tamantini
– Dal 2015 – Presente, Istruttore Professionista Pole Dance e Fitness presso Pole ATTITUDE di Seregno (MB) – Scuola della Campionessa Italiana 2014 e 2015 di Pole Sport Stefania Cremaschi
– 2017 Diploma istruttore Twerk, riconosciuto dal CONI. Attestato, abilitante ad operare in tutti i centri sportivi in Italia,

Com’è la tua vita quotidiana fuori dallo sport?: Ammetto di avere pochissimo tempo fuori dallo sport.
Le persone intorno a me che mi amano, dalla mia famiglia, al mio fidanzato, alle mie amiche mi sostengono, supportano e sopportano me, l’impegno e la passione che ho per la pole dance. per fortuna che la mia migliore amica è la mia partner in double! 🙂
Durante il giorno lavoro in un’agenzia pubblicitaria a Milano, professione che ho scelto con determinazione sin dai tempi dell’università. Dopo le 18 corro tra metropolitane, treni e macchina per andare ad insegnare alle mie allieve sia pole sport che pole exotic, il lunedì ho le mie lezione con le Circle Girls grazie alla nostra preparatrice atletica StefaniaCremaschi, dopo le attività a scuola capita di avere delle lezioni private o di provare routine di gara e nuove figure, il weekend spesso sono ospite in altre scuole per workshop o stage di pole dance e twerk e nel poco tempo libero mi dedico alla mia famiglia e ad Arturo, il mio amato bassotto, mascotte della Pole Attitude. Mi aspetta durante tutte le ore di lezione sul divanetto facendosi accarezzare da tutte le ragazze della scuola. Il mio fidanzato… lo faranno santo molto presto! 🙂 In realtà è il mio primo fan e questo mi riempie di forza ed energia.

Sei una sognatrice?: Sono un acquario, mi disegnano per forza cosi!
Lo sono da sempre, in tutti gli ambiti della mia vita e ho imparato a mettere i sogni sulle mensole e mai nei cassetti, così sono sempre a portata di mano…
Quando ho conosciuto la mia partner di pole le avevo promesso che avremmo coronato un sogno, scalato le categorie di pole e partecipato almeno una volta come Double Elitè anche se non siamo professioniste del settore e anche se non più giovanissime noi due! Nel 2017 questo è stato un grande sogno realizzato…
Oggi posso dire che tutti i miei sogni, professionali, sportivi e di vita si sono finalmente realizzati soprattutto grazie alle persone che mi stanno accanto!

Oggi guardandoti allo specchio come ti definisci?: Mi mamma direbbe una “vera pazza”…io anche, mi calza molto!
…ma dietro questa definizione c’è tutta la follia di una persona che ama la vita, esplosiva ed energica, che non si è mai arresa davanti a nessuna difficoltà, che si è alzata senza guardarsi mai indietro, che corre in continuazione, ovunque, forte, determinata, cocciuta ma non senza fragilità e mille difetti.
La mia pazzia mi fa essere impulsiva e spesso con la testa fra le nuvole. La mia pazzia mi fa compiere tantissime “scemate”, ma con uno stile pazzesco! 🙂
Le persone che mi stanno intorno dicono spesso di volermi bene esattamente cosi, pazza!

Ci racconti tutto dall’inizio come ti sei avvicina a questo sport?: Credo di averlo accennato prima perchè è cosi che poi è iniziata la mia carriera sportiva.
Ho sempre fatto danza da bambina e fatto qualsiasi tipo di sport esistente.
Ho provato tutti i corsi esistenti nella varie palestre delle mille città che ho cambiato e provato tante discipline diverse dalla danza, non ultima il crossfit e l’equitazione.
Nel 2014 avevo proprio bisogno di dare sfogo al mio dinamismo e alla voglia di trovare uno sport che fosse molto più vicino alla danza che ai classici corsi in palestra, ma per certi versi anche sfidante.
Ho cercato tanto, sono addirittura “ripassata” da un corso di danza che mi ha vista alla sbarra a 30 anni insieme alle bambine di 10…non è stata una grandissima idea, ero un tantino fuori luogo. Però che emozione rimettere quel body rosa…certo le bambine mi hanno guardata malissimo! Non ci sono più andata, un sogno durato una lezione di prova dove avevo già comprato nuovamente le mie punte adorate e un tutù troppo piccolo nella relatà!
A parte gli scherzi, quando sono entrata nella prima scuola di pole dance, mi sono innamorata subito. L’amore è scattato alla prima coreografia sulla musica al palo e ancora di più quando ho dovuto imparare la tanto ambita prima inversione! Il fatto di non riuscire subito, ha creato in me una sfida, una lotta che però richiedeva pazienza. Perchè è questo la pole: pazienza…pazienza di imparare figure sempre più complesse arrivando a sfidare la forza di gravità.

Hai un motto?: Se vuoi puoi tutto!
Ci credo davvero. E’ il mio motto nello sport ma anche nella vita. Con l’età ho imparato che possiamo fare e arrivare dove vogliamo, basta volerlo davvero!
Lo so, l’ho provato sulla mia pelle e posso dire che se ami davvero una cosa in qualche modo prima o poi ci arrivi.

Quali sono le tue aspirazioni future?: Le mie aspirazioni? Riuscire ad avere il tempo per chiamare l’impresa di ristrutturazione per la nostra nuova casa…scherzo, ma non troppo!
Non troppo perchè aspiro a continuare sempre ad avere una vita così piena, piena di passioni, piena di cose da fare e progettare, piena di “ma dove lo trovo il tempo?”, piena di impegni, piena di cose da imparare e nuove sfide da affrontare, piena di poco tempo perchè tanto ricca di tutte le cose che amo fare con le persone che amo e stimo!
Aspiro a riuscire a ritagliarmi sempre tempo per questo sport che mi ha stupita, salvata, a volte anche demoralizzata, ma che ha dato vita alla persona forte che sono. In tutti i sensi!

Tu ti senti bella?: Come tutte le donne del mondo vedo i miei difetti e trovo sempre qualcosa che vorrei di “più bello”, ma sono onesta nel dire che sono felice di abitare in questo corpo.
Ho 37 anni e credo di difendermi bene nella guerra con queste incredibili ventenni…scherzo!
Sono fortunata perchè madre natura, con la collaborazione speciale di mamma e papà mi hanno regalato un fisico che risponde bene all’impegno sportivo, alle pizze, ai dolci e alla cioccolata che mangio senza pietà ogni giorno!
Non posso nascondere poi che quando ballo con le mie pleaser, che ho di tutti i colori e altezze, mi sento davvero bella. Sento di poter tutto…questa è una delle tante magie della pole, farti sentire bella e più bella!

osa significa per te essere bella?: Essere sicure si se stesse.
La bellezza è quella “cosa” che ti fa essere fiera di essere come sei, che ti fa fare un sorriso quando indossi il tuo vestito preferito, che ti fa guardare la vita dritta negli occhi, che ti fa mettere il rossetto e dire “ah però non sono poi cosi male”!
La bellezza è quella “cosa” apprezzata anche da chi ti ama e che forse apprezza ancora più di te, è quella “cosa” che ti fa mettere sempre un filo di trucco e un filo di tacco quando esci, come ha detto la Vanoni in un’intervista e anche mia nonna tanti anni fa.
La bellezza è quando guardandoci dentro ritroviamo esattamente la donna che avremmo desiderato di essere!

Ci sono stati momenti scoraggianti in cui stavi per mollare tutto?: si certo, oggi sono forte proprio grazie a quei momenti.
Momenti che anzichè dire “mollo tutto”, mi hanno fatto dire “ma perchè mai dovrei mollare tutto”…
Non voglio entrare nel merito di cose è successo nella mia vita, sarebbe una noia mortale….ma certamente, come penso tante persone, ho attraversato momenti difficili, uno in particolare che in realtà mi ha fatto aggrappare alla pole dance come mai in altro nella vita.
La pole è stata motivo di discordia da parte di chi non capiva quanto fosse indispensabile per me praticarla e di conseguenza la mia salvezza e orgoglio.
Poi tante volte con la mia partner di double Monica o durante le prove con le Circle Girls alle 2 di notte stanche morte dopo una giornata di lavoro ci siamo domandate spesso “ma chi ce l’ha fatto fare”…oppure prima di una gara diciamo sempre “mai più”…basta poi scendere da quel palco e stiamo già pianificando la prossima esperienza da fare!
Mai, no mai detto mollo tutto!

Quali sono le ragioni per cui una donna dovrebbe avvicinarsi alla Pole Dance?: Certamente la pole fa bene al fisico, ma in questi anni ho scoperto che fa bene anche all’anima.
E’ chiaro quanto aiuti il corpo a modellarsi, cambiare e trasformarsi per essere più muscoloso e tonico, ma è senza dubbio ancora più utile a sentirsi meglio in quel corpo.
La pole ti aiuta ad essere più forte, ma anche a sentirti forte.
La pole ti aiuta ed essere più sicura di te stessa, a non avere remore nel dimostrare la bellezza di una donna nella sua sensualità e femminilità.
Una donna dovrebbe avvicinarsi alla pole per stare meglio con se stessa, scoprire i propri limiti e cercare di superarli. Sempre!

Sul piano fisico in particolare quali sono i maggiori benefici?: Come dicevo, la pole trasforma tutto il corpo.
Con il tempo, pian piano i muscoli si adattano e crescono per renderti più forte, si allenano per farti fare delle figure acrobatiche alla pertica che fanno dire spesso a chi ci guarda “ma come fai”?
La pole è una disciplina completa, perchè dal riscaldamento, al potenziamento all’esercizio al palo fa lavorare ogni singolo muscolo. Tutto il corpo si adatta per farti migliorare in questa fantastica disciplina.
Naturalmente, sfato subito il mito del “con i tacchi è più facile”…tutto si complica con i tacchi, perchè oltre a dover fare trick acrobatici al palo, bisogna allenare il corpo a lavorare su 20 centimetri di tacco, cercando di mantenere alto il livello di sensualità e di fluidità del movimento. In più si lavora tantissimo “a terra”, molte figura infatti sono di floor, quindi vengono sollecitate per esempio sia l’quilibrio che la forza addominale.

È necessario integrare la pole con qualche altra attività tipo la corsa o la palestra?: Abbinare altre discipline alla pole dance è sempre molto utile. Tutto ciò che arricchisce è certamente positivo e migliorativo.
Per esempio nella scuola in cui insegno, la Pole Attitude, ci sono corsi integrativi di calisthenics, flexy, acrobalance e discipline aeree, quali cerchi e tessuti.
Credo che in generale qualsiasi sport aiuta e complementa l’altro, quindi che ben venga la “contanimazione”, lo scambio e la condivisione di discipline diverse.

Un consiglio a chi vuole iniziare?: Di scegliere questo sport per passione, per mettersi in gioco e di praticarlo con tanta pazienza.
I risultati arrivano sempre!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*