Spread the love

L’intervista di oggi è con Raffaella Gianfrano  napoletana doc insegnante e ballerina di Pole Dance per lei la vita  e come un paradigma tra spazio tempo indefinito, al centro del suo equilibrio un gioco, una forte attrazione per il Pole Dance. Il suo segno zodiacale è Gemelli, ama ballare sulle note di alcuni pezzi musicali come  The way you make me feel di Michael Jackson,  solare, passionale, creativa oggi ascoltiamo la sua intervista.

Iniziamo con la prima domanda: come ti sei avvinata al Pole Dance

Non lo dimenticherò mai. È stato amore a prima vista. Sono sempre stata una tipa sportiva, mi sono sempre dedicata al fitness, tutti i giorni per almeno 4 ore al giorno, ma mancava qualcosa… mancava quella sensazione di sfida, di passione che poteva spingermi oltre le mie potenzialità. Poi nel 2011 , per puro caso un amica mi ha indirizzato presso una scuola dove si praticava la pole dance, che ancora in quegli anni a Napoli era una disciplina al quanto sconosciuta. È bastata una sola lezione di prova per capire che da quel mondo non mi sarei più staccata. Ed è stato così. Mi ci sono buttata a capofitto, allenandomi quasi 6 giorni su sette , per ore e non ne avevo mai abbastanza. Dopo poco tempo ho deciso di prendere il brevetto da istruttrice e da lì tutta la mia vita, non solo privata ma anche lavorativa è dipesa da questa mia passione. Il mio amore è diventato pane quotidiano. Ho fatto gavetta, tanta, ho avuto delusioni private e professionali, ma non mi sono arresa ed ho continuato. Ho collaborato in alcune strutture e poi ho deciso di camminare da sola. Ho studiato tanto, sostenendo numerosi workshop formativi, ho fatto un percoso privato approfondito qui a Napoli con Valeria Ludione che mi ha dato le basi tecniche adatte a diventare una atleta migliore. Ho cercato di portare in più grandi artisti del panorama internazionale a Napoli per avere e dare la possibilità di studiare e “rubare” il sapere di questi grandi atleti e farne tesoro. Ho cercato di completarmi come istruttrice sostenendo anche un lungo corso di personal trainer tecnico fipe, per essere preparata nel migliore dei modi per i miei allievi. Ho avuto anche tante delusioni come insegnante… ma anche enormi soddisfazioni. Il mio orgoglio più grande è vedere i miei allievi crescere ed essere felici del lavoro che svolgono , i loro sorrisi sono il mio specchio. Il mio obiettivo è di diffondere questa meravigliosa disciplina nel migliore dei modi, con allegria si, ma anche con estrema serietà, impegno e dedizione , perché le passioni devono essere nutrite ed alimentate.
Quest’anno il passo mio più importante… la fondazione della mia associazione AERIAL WARRIORS NAPOLI, nata dalla collaborazione con la mia prima allieva e poi amica, sorella , collaboratrice Mariagrazia Manzo, colei che per me è la mia punta di diamante.

Quante gare hai fatto e con quale risultato? Non ho mai sostenuto gare, sono sempre stata un po’ restia a sostenerle in quanto, non si direbbe ma, sono davvero timida. Ho preparato alcune mie allieve per la Pole Position di Modena e ne sono stata davvero orgogliosa. Non escluderei un giorno di poter partecipare ad una gara, sarebbe una bella sfida da lanciare a me stessa ,ed io sono una che si mette in gioco spesso.

Com’è la tua vita quotidiana fuori dallo sport?: Bella domanda, mi viene da sorridere perché lo sport è la mia vita. Lo amo,
Mi fa stare bene e non mi annoia mai. Ma le mie passioni sono infinite. Amo viaggiare, leggere, esplorare, conoscere nuovi posti. Amo l’arte, mi sono laureata in Restauro di Opere d’Arte e dedicarmi a dipingere o andare a guardare una mostra mi riempie il cuore di gioia. In realtà sono molto solitaria e ritagliarmi degli spazi dedicandomi alle cose che amo fare mi fa stare bene.

Quali sono i momenti più belli legato al Pole Dace? : Beh non ti dirò gli spettacoli perché quelli fanno parte del gioco. Piuttosto mi viene da pensare alle risate fatte con le vecchie compagne di corso, oppure ai momenti di gioia visti negli occhi dei miei allievi quando gli riuscivano dei trick. Oppure ancora essermi sentita al settimo cielo quando finalmente riuscivo in una presa che mai avrei pensato di fare. Insomma dentro di me porto una valanga di bei momenti legati alla pole.

Hai un motto?: Vietato arrendersi! Non dire mai non ce la faccio.
Non sopporto queste frasi, nulla è impossibile, i limiti sono sempre e solo nella tua testa. Ci vuole tempo? Bene! Abbiamo una vita intera per cadere e rialzarci!

Quali sono le tue aspirazioni future?: Essere un bravo coach. Non desidero altro. Vedere i progressi degli allievi, vederli superare i propri limiti, mi fa stare bene ed è quello che mi spinge a non smettere mai di studiare ed allenarmi, per trasmettere tutto quello che so a chi ha la mia stessa passione

Ci sono stati momenti scoraggianti in cui stavi per mollare tutto?: Assolutamente si. Tanti , in continuazione. Capita perché non ti senti bravo, capita perché ti senti fallito quando un tuo allievo ti critica oppure non è soddisfatto di te. Capita quando ti voltano le spalle oppure non ti dicono mai grazie. Ma è la vita, e la passione ha un potere più grande dello sconforto. Il punto è che non mi piace arrendermi e continuerò a nutrire questo mio amore. Amo ed odio la pole, ma senza di lei proprio non ci so stare

Quali sono le ragioni per cui una donna dovrebbe avvicinarsi alla Pole Dance?: Dal mio punto di vista credo che come prima cosa renda più forti e non intendo solo fisicamente ma soprattutto ti forgia nel carattere. Insomma devi affrontare momenti di sconfitta con te stessa, per non parlare poi degli acciacchi fisici (i nostri amati lividi). Fa aumentare l’autostima e ti rende il corpo una favola. Oltre a portare poi benefici per la salute in quanto aumenta la forza, aumenta l’elasticità e migliora la circolazione. Insomma cosa volere di più?

Sul piano fisico in particolare quali sono i maggiori benefici?: Con lo giusto stile di vita e alimentazione sana, il tuo corpo si trasforma. Diventa tonico e forte e soprattutto non ha bisogno di una maschio per comperare le casse d’acqua al supermercato!

È necessario integrare la pole con qualche altra attività tipo la corsa o la palestra?: Nei ritmi e tempi giusti combinare più attività fisiche fa benissimo. L’importante è affidarsi a tecnici competenti e non fare di testa propria

Un consiglio a chi vuole iniziare?: Provate! Appassionatevi! Fatelo per voi stesse, per volervi bene, e per dimostrarvi che non avete limiti! Potete essere belle, sensuali, forti e coraggiose. Dovete solo volerlo!

Un ultima domanda il senso della vita? : La vita non ha un senso. La vita È. E va vissuta al 100%