A Parigi, sfila il trucco rebel rebel di Dior

Spread the love

Un make up miniale ma prezioso quello di Christian Dior che nelle intenzioni del make up artist vuole sottolineare il messaggio di protesta che ha ispirato la collezione, un omaggio al ’68 parigino

n periodo di cambiamento, proprio come quello che stiamo vivendo oggi”. Così Maria Grazia Chiuri descrive il motivo ispiratore della collezione autunno e inverno 2018/19 Christian Dior, che ha dato modo di “portare” in passerella il Maggio Francese, del quale si celebreranno i 50 anni tra poco. “Sono passati 50 anni dal ’68. Mi è sembrato giusto tornare a quel periodo per molti motivi. Ho preso l’immaginario estetico di quel periodo, il suo significato dirompente e l’ho trasportato in questo presente di altrettanti grandi cambiamenti”, ha aggiunto la Chiuri.

A Parigi, sfila il trucco rebel rebel di Dior

E proprio a quell’immaginario ha attinto Peter Philips, Direttore della Creazione e dell’Immagine del Make up Dior nel mettere “in scena” il trucco, minimale ma prezioso, che gioca con i contrasti: la semplicità cui le ragazze del ’68 ambivano e il tocco prezioso che possiamo considerare l’ultimo retaggio di quel milieu borghese contro cui protestavano.

A Parigi, sfila il trucco rebel rebel di Dior

Ecco dunque linee decise e colorate contornare gli occhi, sulla rima inferiore e superiore, tocchi di colore fluo giallo, rosa, blu: “Volevo creare un occhio con tocchi di colore che richiamavano quelli degli occhiali da sole, onnipresenti in questa collezione”, ha spiegato Philips. Che ha utilizzato il nuovo Diorshow On Stage Liner (in uscita a maggio) con un effetto da lui definito “camouflage”. Per definire il tutto, sopracciglia evidenziate con Diorshow Brow Styler e Dior Bold Brow e una base lasciata naturale e luminosa, ottenuta con il siero Capture Youth Glow Booster e il fondotinta Diorskin Forever Undercover. Infine le labbra, messe in risalto con Dior Addict Lip Maximizer.

A Parigi, sfila il trucco rebel rebel di Dior

Per le acconciature, Guido Palau ha lasciato naturali le chiome delle modelle, ricce e lisce e comunque coperte dai cappelli, altro accessorio must della collezione.

FONTE:D REPUBBLICA

Comments

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.